sport, alimentazione

sport, benessere

Un toccasana per gli sportivi ( e non): il latte d'oro

16 marzo 2016


Il latte d'oro, detto anche Golden milk, è una bevanda ricchissima di proprietà benefiche ed antiossidanti. Deve il suo nome ( e il suo colore) alla curcuma che ne rappresenta uno degli ingredienti fondamentali, nota per le sue virtù terapeutiche antinfiammatorie ed anti tumorali.

Nasce in India, dove i praticanti di yoga ne fanno un uso quotidiano  poiché migliora l’elasticità delle articolazioni e permette di mantenere più a lungo le posizioni.

 Quali sono le proprietà del latte d'oro??

  • proprietà antinfiammatorie: questa bevanda potrebbe rivelassi efficace nel  prevenire e combattere problemi come artrite e ulcere gastriche. La medicina Ayurvedica considera il Golden Milk come una vera e propria aspirina naturale che può aiutare in caso di mal di testa, gonfiore e dolori di varia origine;
  • proprietà elasticizzanti e lubrificanti:sempre secondo la medicina Ayurvedica, il latte d'oro è in grado di lenire disturbi muscolari ed alle articolazioni lubrificando le giunture e la colonna vertebrale. È questa la proprietá maggiormente conosciuta del latte d'oro, utile a tutti non soltanto a chi pratica sport o yoga;
  • proprietà  depurative: assumere regolarmente il latte d'oro permette di purificare gli organi interni in particolare il fegato migliorando la funzionalità epatica. Per tale ragione, il Golden milk migliora le funzioni digestive favorendo la produzione della bile e contribuendo altresì al benessere dell'intestino;
  • Sempre a detta degli esperti, il latte d’oro sarebbe in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e prevenire l’ostruzione delle arterie. Sembrerebbe inoltre essere efficace nel regolarizzare il metabolismo e contribuire alla perdita di peso;
  • il latte d'oro ha proprietà antibatteriche, antivirali contribuendo così a rinforzare il sistema immunitario;
  • Può essere consumata anche prima di andare a dormire perché favorisce il sonno;
  • Dona sollievo alle donne che soffrono di dolori mestruali perché agisce come antispasmodico naturale.

Come si prepara?

Allooora: per prima cosa bisogna preparare la pasta di curcuma che potrà essere conservata in un barattolo ed utilizzata all'occorrenza per preparare il Golden milk.

Ingredienti per la pasta di curcuma:

50gr. Di curcuma

120ml. Di acqua naturale

Bisogna scaldare l'acqua e versare pian piano la curcuma mescolando sempre, a fuoco basso, con quando non si sarà formata una sorta di pastella. Quindi lasciare raffreddare e conservare in barattolo chiuso ermeticamente ( si mantiene per circa 40 gg).

Secondo la medicina Ayurvedica, per preparare la dose di latte d’oro per una persona versare 1 tazza di latte di riso (o di avena) in un pentolino, aggiungere mezzo cucchiaino di pasta di curcuma e scaldare fino a quando si vedrà fumare la bevanda. Quindi versare in tazza e aggiungere 1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci per uso alimentare e la spolverata di cannella in polvere. Mescolare bene. I maestri yogi ne consigliano l’uso per 40 giorni consecutivi.

Personalmente, anche se non è proprio il latte d'oro, certe volte la sera prima di coricarmi bevo una bella tazzona di latte scremato con una bella spolverata di curcuma. Non sarà Golden milk secondo la ricetta tradizionale, ma il gusto è davvero ottimo e comunque data la presenza della curcuma e le proteine del latte, le proprietà benefiche sono comunque presenti.

Non dovrebbe mai mancare nell'alimentazione dello sportivo!

Alla prossima

Irongabry

< Pausa relax: il tè verde Let’s go running! >
di IronGabry
0 commenti

rispondi al post

Inserisci i tuoi dati qui sotto

IL MIO INSTAGRAM

segui @irongabry81 su instagram

Stasera...che sera..Dicono che chi parte per un viaggio, al ritorno non sia più lo stesso di quando è partito. Beh, di viaggi ne abbiamo fatti tanti, ma l’esperienza fatta in Africa è stata davvero unica. Fin dall’arrivo in aeroporto, ti rendi conto di come la popolazione di questa terra viva la loro vita con semplicità ed umiltà: una vera semplicità, che li porta a sorridere sempre, pur mancando tutto, pur respirando davvero la povertà che in queste zone si traduce in fame e mancanza di beni di prima necessità. Al contempo, ti ritrovi in una terra magica, fatta di paesaggi stupendi, mare cristallino, sabbia bianchissima, frutta dal sapore goloso e succulento ( che da noi non arriva). E l’ospitalità è quella che ti colpisce. JAMBO! Hakuna matata! Perché gli africani sono così, vivono la vita lentamente, e senza pensieri. Che di pensieri invece dovrebbero farsene e parecchi, ed invece no...é la loro filosofia. Si aiutano a vicenda, chi ha più da a chi a meno, e vi confesso che non ho percepito che serenità nel loro modo di fare, nel loro vivere la quotidianità così, un passo alla volta. Vivendo davvero come fratelli. Niente fronzoli, niente invidie, capelli al vento modellati dall’acqua salmastra. La fortuna di prendere in braccio una scimmietta per la prima volta e assaporare le sensazioni del momento: sembra un gattino, ma con le manine che stringono! Un sorriso, una gomma da masticare che si intravede in un angolo. Ero davvero felice.Avete anche voi dei posti del ❤️? Dei luoghi dove andare a rifugiarsi per ritrovare pace e serenità? Io si, e anche diversi. Ad esempio, ritrovarmi in riva al mare magari con un bel sole e perdermi a vista nell’orizzonte infinito, nel punto dove cielo e mare si incontrano in un abbraccio senza fine, mi da tanta calma ed energia. Il sole con i suoi raggi e la brezza del mare mi accarezzano il viso... e mi sento bene☺️ #irongabryIl respiro che rasserena e ricarica. #breathe #respira #rilassamento #irongabry#loveyourself #irongabry“Ti viene data solo una piccola scintilla di follia. Non devi perderla”R. WilliamsPrima di prendere una qualsiasi decisione, è sempre opportuno porsi la domanda “come sto”? Facciamoci caso, nella quotidianità capita di chiedere alle persone che incontriamo “come stai” ma difficilmente ci preoccupiamo di analizzarci e chiederci come stiamo. 
In realtà, la consapevolezza del nostro stato d’animo in un preciso momento, conoscere e comprendere tale stato, è il primo passo per poterlo cambiare e potenziare. 
Lavoriamo per diventare consapevoli di come usiamo il nostro cervello per provare i vari stati d’animo e ripuliamo noi stessi per fare le cose al meglio ed assumere le decisioni con la massima lucidità e ponderazione. ❤️#irongabry81 #avantitutta #ilimitisonofattiperesseresuperati #maratoneta #statodanimo #comestai #comesto #tisonovicinosempre #pnl #coaching #sorridisempre